TORNA ALLA HOME

SERVIZI
003 Segreteria online
003 Segreteria
    Orari
    Modulistica
    Manuale sulla sicurezza
003 Modalità d'iscrizione
   Studenti comunitari
   Studenti non comunitari
003 Tasse e contributi
003 Gare d'appalto
spacer Bandi
spacer Albo Fornitori
spacer Trasparenza, valutazione e merito
spacer International Relations / LLP Erasmus Programme
    Erasmus Students Mobility
    Erasmus Teaching Mobility
    Erasmus Placement
    EILC Corsi intensivi di Lingua
    ECTS System - Degree programmes
    Diploma Supplement
spacer Biblioteca d'arte contemporanea
spacer Diritto allo studio
    Borse di studio
    Alloggi
    Mense

ACCADEMIA DI BRERA
FORMAZIONE POST LAUREA
EVENTI E PROGETTI
DIDATTICA E CORSI
CORSI POM. E SERALI
OPPORTUNITA' DI ALLOGGI
TASSE E CONTRIBUTI  
spacer spacer

Anno accademico 2012-2013



 1) TEST DI AMMISSIONE

Per l' iscrizione ai corsi dell'Accademia di Brera sono previsti dei test di ammissione.

Prima di sostenere i test di ammissione gli studenti dovranno effettuare il pagamento di tasse, contributi e diritti di segreteria.

Corso

Tassa governativa

c/c postale 1016 intestato all' Agenzia delle entrate

Contributi accademici +

Diritti segreteria (€ 3,00)

Bollettino MAV

TOTALE

Test 1° livello € 15,31 € 84,69 € 100,00
Test 2° livello € 15,31 € 34,69 € 50,00
Test 5 anni di restauro € 15,31 € 34,69 € 50,00
Test Scuola serale € 15,31 € 34,69 € 50,00

E' possibile iscriversi ai test di ammissione, e stampare i MAV per il relativo pagamento esclusivamente collegandosi mediante internet al sito dell'Accademia (www.accademiadibrera.milano.it) seguendo le istruzioni della procedura “segreteria on line”.
Il pagamento del MAV può essere effettuato presso qualunque sportello bancario oppure anche on line mediante carta di credito, collegandosi al sito della Banca Popolare di Sondrio www.popso.it.



 2) MODALITA' DI PAGAMENTO DELLA PRIMA RATA

La prima rata deve essere pagata entro il 18 ottobre 2012.

Le modalità sono differenziate tra le iscrizioni al primo anno e le iscrizioni agli anni successivi, nonché tra gli studenti di cittadinanza comunità Europea e gli studenti di cittadinanza extra comunità europea.

Gli studenti provenienti dall'estero sono tenuti a presentare la documentazione, tradotta in lingua italiana e autenticata dalle rappresentanze diplomatiche/consolari in Italia.

Gli studenti in situazione di handicap con un' invalidità riconosciuta pari o superiore al 66 per cento sono esonerati totalmente dal pagamento di qualsiasi tassa d'iscrizione e di frequenza, nonché da tutti gli eventuali contributi. Gli interessati dovranno presentare in Segreteria - Ufficio Contributi - il certificato della Commissione Medica di prima istanza da cui risulti il grado di invalidità.

In caso di interruzione di 1 o più anni, lo studente è tenuto a versare, oltre alla prevista tassa e contributi per l'anno di iscrizione, anche euro 200 per ogni anno di interruzione.


 2.1) IMMATRICOLAZIONI

Possono iscriversi al primo anno solo gli studenti che hanno superato gli esami di ammissione presso l' Accademia di Brera, test di ammissione sostenuti altrove non sono validi.

L'iscrizione al corso propedeutico è libera.

Per l' iscrizione al primo anno devono essere effettuati i pagamenti indicati nella seguente tabella consegnando in segreteria le relative ricevute:

STUDENTI ITALIANI E COMUNITARI E STUDENTI NON APPARTENENTI ALLA COMUNITA' EUROPEA

CORSO Tasse governative
C/C POSTALE 1016
Retta di frequenza
MAV
Tassa regionale
MAV
Diritti segreteria
MAV
TOTALE
Diploma di 1° livello 102,93 635,15 140,00 3,00 881,08
Diploma di 2° livello 102,93 950,15 140,00 3,00 1196,08
Scuola libera del nudo
Scuola degli Artefici
102,93 500,00   3,00 605,93
Corso propedeutico   1000,00   3,00 1003,00
Uditore (Fino ad un massimo di 3 discipline teoriche)   200,00   3,00 203,00

Le tasse governative € 102,93 (di cui 30,26 quale tassa di immatricolazione e 72,67 quale tassa di iscrizione) devono essere versate (entro IL 18/10/2012) sul C/C 1016 intestato Agenzia delle Entrate Ufficio Roma 2 concessioni governative con causale: tasse scolastiche, e le tasse regionali pari a € 140 per i diplomi di I e II livello sono versate all'Accademia di Brera unitamente agli importi ad essa dovuti. L'Accademia provvederà al versamento ai vari Enti.

E' possibile iscriversi al primo anno di corso, e stampare i MAV per il relativo pagamento esclusivamente collegandosi mediante internet al sito dell'Accademia (www.accademiadibrera.milano.it) seguendo le istruzioni della procedura “ segreteria on line

Il pagamento del MAV può essere effettuato presso qualunque sportello bancario.

Per gli studenti del primo anno la scadenza è inderogabilmente fissata al 18 ottobre 2012.

Gli studenti non in regola con i pagamenti non hanno diritto a frequentare i corsi, sostenere esami, richiedere certificati, discutere la tesi, chiedere il trasferimento ad altro istituto; inoltre non sarà loro consentito l'accesso al proprio piano di studi online.

Lo studente che ha chiesto ed ottenuto l' iscrizione ad un anno accademico non ha diritto alla restituzione degli importi versati.

Gli studenti che intendono ritirarsi possono farlo fino alla data del 31 dicembre, oltre tale data sono tenuti comunque al pagamento della seconda rata.


 2.2) ISCRIZIONI AD ANNI SUCCESSIVI AL PRIMO.

Per studenti provenienti da altro Istituto le iscrizioni agli anni successivi al primo, avvengono solo per trasferimento. Occorrerà pertanto iscriversi presso l' Istituto di provenienza e chiedere il nulla osta. Il candidato dovrà presentare un port-folio davanti ad una commissione che ne valuterà la congruità all'anno richiesto. In caso di ammissione lo studente pagherà le tasse all'Accademia di Brera.

STUDENTI ITALIANI E COMUNITARI e STUDENTI NON APPARTENENTI ALLA COMUNITA' EUROPEA

CORSO Tasse Governative
C/C POSTALE 1016
Retta di Frequenza
MAV
Tassa Regionale
MAV
Diritti Segreteria
MAV
TOTALE
Diploma di 1° livello 72,67 635,15 140,00 3,00 850,82
Diploma di 2° livello 72,67 950,15 140,00 3,00 1165,82
Solo Esame finale 72,67 448,70     521,37
Scuola libera del nudo
Scuola degli Artefici
72,67 500,00   3,00 575,67

Le tasse governative € 72,67 devono essere versate (entro il 18/10/2012) sul C/C 1016 intestato Agenzia delle Entrate Ufficio Roma 2 concessioni governative con causale: tasse scolastiche, e le tasse regionali pari a € 140 per i diplomi di I e II livello sono versate all'Accademia di Brera unitamente agli importi ad essa dovuti. L'Accademia provvederà a sua volta al versamento ai vari Enti.

E' possibile iscriversi agli anni successivi al primo, e stampare i MAV per il relativo pagamento esclusivamente collegandosi mediante internet al sito dell'Accademia (www.accademiadibrera.milano.it) seguendo le istruzioni della procedura “segreteria on line”.

Il pagamento del MAV può essere effettuato presso qualunque sportello bancario.

Il pagamento del bollettino MAV vale come domanda di rinnovo iscrizione.

Gli studenti agli anni successivi al primo che per documentati motivi di forza maggiore effettuassero il pagamento della prima rata oltre il termine del 18 ottobre 2012 sono tenuti al versamento di una penale di € 150 da versare entro l'11 gennaio 2013. La mancata regolarizzazione non consentirà la prenotazione on line agli esami.

L'Accademia di Brera provvederà ad emettere un bollettino MAV con preindicato l'importo del pagamento della penale pagabile con le solite modalità (scaricabile on line dal profilo dello studente).

Gli studenti non in regola con detti pagamenti non hanno diritto a frequentare i corsi, sostenere esami, richiedere certificati, discutere la tesi, chiedere il trasferimento ad altro Istituto; inoltre non sarà loro consentito l'accesso al proprio piano di studi online.

Lo studente che ha chiesto ed ottenuto l' iscrizione ad un anno accademico non ha diritto alla restituzione degli importi versati.

Gli studenti che intendono ritirarsi possono farlo fino alla data del 31 dicembre, oltre tale data sono tenuti comunque al pagamento della seconda rata.



 3) MODALITA' DI PAGAMENTO DELLA SECONDA RATA

La seconda rata, per gli studenti italiani e comunitari si determina in base alla condizione economica del nucleo familiare dello studente, deve essere versata entro il 29 marzo 2013.

Gli studenti stranieri non appartenenti alla Comunità Europea sono tenuti a presentare in Segreteria – Ufficio contributi - Via Fiori Oscuri 7 la documentazione tradotta in lingua italiana, rilasciata o vistata dalle rappresentanze diplomatiche/consolari in Italia entro il 21/12/2012

La conversione in euro dalla valuta di origine sarà effettuata utilizzando il tasso medio dell'anno 2011 così come definita dall' Ufficio Italiano Cambi.

Gli studenti non appartenenti alla Comunità Europea, che non produrranno la documentazione richiesta saranno tenuti al pagamento di € 2.445,24 , da versare entro il 29 marzo 2013.

Si ricorda allo studente che entro il 31 ottobre 2012 deve improrogabilmente compilare e confermare on line la certificazione del reddito (Non è necessario consegnare copia dell’autocertificazione)

Successivamente alla conferma on line della certificazione del reddito, sarà disponibile on line, nel profilo di ciascuno studente, il bollettino MAV per il pagamento della seconda rata, pagabile presso qualunque sportello bancario.

Il cambio di recapito deve essere tempestivamente segnalato alla Segreteria, al fine di consentire il corretto invio di rimborsi ed altre comunicazioni.

L'attestazione di pagamento deve essere conservata dallo studente ed esibita, in caso di richiesta, alla Segreteria.

In caso di problemi tecnici relativi alla stampa del bollettino MAV lo studente dovrà recarsi in segreteria entro e non oltre il 28/03/2013.

Gli studenti che effettuassero il pagamento della seconda rata oltre il termine perentorio del 29 marzo 2013 sono tenuti al pagamento di una penale di € 150 da versare entro il 17/05/2013. La mancata regolarizzazione non consentirà la prenotazione on line agli esami.

L'Accademia di Brera provvederà ad emettere un bollettino MAV con preindicato l'importo relativo al pagamento della penale (scaricabile on line dal profilo dello studente).

Gli studenti non in regola con detti pagamenti non hanno diritto a frequentare i corsi, sostenere esami, richiedere certificati, discutere la tesi, chiedere il trasferimento ad altro istituto.

Lo studente che ha chiesto ed ottenuto l' iscrizione ad un anno accademico non ha diritto alla restituzione degli importi versati.



 4) ISCRIZIONE SOLO ESAME FINALE

Gli studenti che hanno sostenuto positivamente tutti gli esami previsti dal proprio piano di studi, devono iscriversi al nuovo anno accademico unicamente per sostenere l'esame di tesi, versando una quota di € 448,70 entro il 18/10/2012, oltre alle tasse governative per un importo di € 72,67 da versare sul C/C 1016 intestato Agenzia delle Entrate - Ufficio Roma 2.
Gli studenti che effettuassero il pagamento oltre il termine perentorio del 18/10/2012 sono tenuti al pagamento di una penale di € 150 da versare entro il 29/03/2013


  4.1) TASSE DI DIPLOMA E ALTRI SERVIZI DI SEGRETERIA

Per sostenere l'esame finale di diploma, lo studente deve versare un importo di € 50,00 mediante bollettino postale C/C 34721217 intestato all' Accademia di Belle Arti di Brera che può essere ritirato presso la segreteria.

La ricevuta del versamento effettuato dovrà essere presentato all'atto dell'iscrizione alla relativa sessione.



 5) CRITERI PER LA DETERMINAZIONE DELL' IMPORTO DEI CONTRIBUTI

L' Accademia di Brera ha previsto 10 FASCE di contribuzione.

La relazione tra il numero di persone che compongono il nucleo familiare ed il valore I.C.E. (Indicatore della Condizione Economica) determina la collocazione in una delle fasce di contribuzione a cui corrisponde un diverso importo di contributi universitari.

L'Indicatore della Condizione Economica è calcolato cumulando i redditi complessivi dell'anno solare 2011, di tutti i componenti il nucleo familiare, al netto dell'IRPEF, incrementato del 20% dell'Indicatore della condizione patrimoniale, calcolato sul complesso dei beni immobiliari e mobiliari.

Il reddito e il patrimonio dei fratelli e delle sorelle del richiedente, considerati parte del nucleo familiare convenzionale, concorrono alla formazione dell'Indicatore della Condizione Economica nella misura del 50%.

Per procedere correttamente al calcolo dei dati I.C.E. si devono seguire le istruzioni di seguito esposte


 5.1) ISTRUZIONI PER IL CALCOLO DELL' INDICATORE DI CONDIZIONE ECONOMICA E PER LA DEFINIZIONE DELLA FASCIA DI CONTRIBUZIONE

L' autocertificazione della condizione economica del nucleo familiare viene effettuata durante la fase di iscrizione. Lo studente deve collegarsi mediante internet al sito dell'Accademia seguendo le istruzioni della procedura “segreteria on line”.

E' garantita la correttezza del trattamento dei dati personali riportati sull' autocertificazione nonché la tutela della riservatezza come previsto dal dlgs 196/2003.

L' Accademia di Brera si riserva il diritto di richiedere a suo insindacabile giudizio tutta la documentazione ritenuta necessaria per verificare la veridicità delle dichiarazioni presentate e svolgerà tutte le indagini opportune anche attraverso l'anagrafe tributaria e richiedendo informazioni ed accertamenti all'Amministrazione Finanziaria dello Stato.

Si rammentano le norme di legge nel caso le dichiarazioni risultino false:

Il dichiarante decade dai benefici ottenuti qualora emerga la non veridicità del contenuto delle dichiarazioni. Dichiarazioni non veritiere sono punite ai sensi del codice penale e delle leggi speciali in materia (art. 75 e 76 del D.P.R. 28 Dicembre 2000 n° 445)

Nel caso in cui dalle indagini effettuate risulti che sia stato dichiarato il falso, l'Accademia di Brera applicherà direttamente le sanzioni amministrative previste dall'art. 23 della Legge 2.12.1991 n. 390 (Norme sul diritto allo studio universitario): “ Chiunque, senza trovarsi nelle condizioni stabilite dalle disposizioni statali e regionali, presenti dichiarazioni non veritiere proprie o dei propri congiunti, al fine di fruire dei relativi interventi, è soggetto ad una sanzione amministrativa consistente nel pagamento di una somma di importo doppio rispetto a quella percepita e perde il diritto ad ottenere altre erogazioni per la durata del corso degli studi, salva in ogni caso l'applicazione delle norme penali per i fatti costituenti reato.

Qualora lo studente sottoposto ad accertamenti sulla veridicità di quanto dichiarato non produca la richiesta documentazione, sarà applicato l'importo massimo della seconda rata.


 5.2) MODALITA' DI CALCOLO DELL'I.C.E.

L' Indicatore della Condizione Economica tiene conto del reddito complessivo di tutti i componenti il nucleo familiare al netto dell' IRPEF delle addizionali IRPEF regionali e comunali incrementato del 20% dell' indicatore della condizione patrimoniale.


 5.2.1) DEFINIZIONE DI NUCLEO FAMILIARE

Sono considerate le persone facenti parte del nucleo familiare alla data di presentazione della dichiarazione, in particolare:

  • Lo studente dichiarante
  • Tutti coloro che risultano dallo stato di famiglia alla data di presentazione della domanda.
  • I genitori dello studente e gli altri figli a loro carico anche se non risultino conviventi dallo stato di famiglia .
  • I genitori o il coniuge dello studente che non risultano nel medesimo stato di famiglia, in assenza di atto di separazione o divorzio.
  • Il genitore che percepisce gli assegni di mantenimento dello studente nei casi di divorzio o di separazione legale.
  • Il nucleo familiare sarà aumentato figurativamente di un'unita secondo l'art. 3 comma 10 d.p.c.m. 30/04/97 in presenza di
  • Un solo genitore: in caso di decesso dell'altro genitore, oppure divorzio, oppure separazione legale.
  • Persone disabili con stato d'inabilità non inferiore al 66%
  • Più di uno studente iscritto a corsi universitari, di specializzazione, master, dottorati di ricerca presso Istituti che rilascino titoli aventi valore legale.

Le condizioni esposte non sono cumulabili

Lo studente sarà considerato indipendente e pertanto non si considererà il reddito della famiglia d'origine qualora abbia residenza da almeno due anni diversa da quella della famiglia d'origine e non di proprietà familiare e inoltre abbia un reddito da lavoro non inferiore a euro 6.500 annui.

Lo studente coniugato, con redditi 2011 adeguati al sostegno del nuovo nucleo familiare di appartenenza, è considerato indipendente rispetto al nucleo familiare di provenienza. Ai fini dell'assegnazione della fascia non sarà quindi conteggiato il reddito della famiglia di origine.


 5.2.2) CALCOLO DEL REDDITO FAMILIARE

Quadro 1 Redditi

Per ogni componente del nucleo familiare percettore di reddito vanno riportare gli importi dichiarati:

A) Redditi imponibili

  • Modello Unico 2012 persone fisiche quadro RN rigo RN4 colonna 2
  • Modello 730 2012 (relativo ai redditi 2011) quadro riepilogo redditi rigo 14 dichiarante o coniuge
  • Modello C.U.D. 2012 parte B riquadro 1 o riquadro 2

B) Altri redditi

  • Dichiarazione di sostituto di imposta Imponibile lordo - ritenuta di acconto (solo se non indicati nella dichiarazione dei redditi).
  • Sussidi o assegni ricevuti dal coniuge separato o divorziato (se non indicati nella dichiarazione dei redditi)
  • Redditi da terreni, impresa agricola, e/o allevamento: dalla dichiarazione IRAP la voce IR1- IR21

C)Redditi percepiti all'estero.

Anche se non imponibili ai fini IRPEF vanno compresi valutandoli sulla base del tasso di cambio medio dell'anno 2011.

D) Detrazioni imposte ed addizionali

In tale campo è riportata la somma dell'imposta netta I.R.P.E.F, dell'addizionale regionale e dell'addizionale comunale.

  • Modello Unico 2012: quadro RN Rigo RN26, quadro RV rigo RV2 colonna 2 e rigo RV10
  • Modello 730 2012: Rigo 51 Col. 1 e 2, Rigo 72 Col. 1 e 2, Rigo 75 Col. 1 e 2
  • Modello C.U.D. 2012 parte B riquadri 5.6.10.11.13

Per ogni componente Il sistema calcola la somma degli importi delle righe A, B, C, e detrae l'Importo della riga D). Se tale importo risulta negativo viene indicato zero.

Quadro 2 Patrimonio

G) Fabbricati

Devono essere indicati i valori di tutti gli immobili relativamente alla quota di possesso. Il valore è quello definito ai fini I.C.I. al 31/12/2011.

Si calcola prendendo la rendita catastale rivalutata indicata nel quadro RB del modello unico ed al quadro B del modello 730 e moltiplicandola per il coefficiente relativo alla categoria catastale dell'immobile. (La categoria catastale è reperibile dalla dichiarazione I.C.I., dai rogiti notarili, dai documenti catastali ecc.....).

I coefficienti sono:

  • 100 per le categorie A, B, C
  • 50 per la categoria A/10 e D
  • 34 Per la categoria C1

Il valore degli immobili è ridotto in proporzione ai giorni di possesso rapportati a 365 ed alla quota percentuale di possesso.

E' esclusa l'indicazione della prima casa di proprietà (utilizzo 1) se residenza del nucleo familiare dello studente. Sono esclusi i box, le cantine ed i solai se di pertinenza della prima casa (utilizzo 5). Le categorie A/1, A/8, A/9, anche se utilizzate come prima casa, andranno invece indicate, ma al 50%.

I patrimoni Immobiliari posseduti all'estero, nel caso siano fabbricati ad uso abitativo, vanno valutati sulla base di € 516,00 al Metro quadro.

H) Terreni.

E' indicato il valore imponibile ai fini I.C.I. al 31/12/2011. Si calcola prendendo la rendita dominicale del terreno (indicata al quadro RA del Modello Unico ed al quadro A del modello 730) e moltiplicandola per 75.

Il valore dei terreni è ridotto in proporzione ai giorni di possesso rapportati a 365 ed alla quota percentuale di possesso.

I) Patrimonio Mobiliare.

Deve essere indicato l' ammontare complessivo al 31/12/2011 dei:

  • Depositi Bancari, postali, titoli di stato, obbligazioni, buoni fruttiferi, certificati di deposito ed assimilati
  • Fondi Comuni di Investimento, Sicav ed assimilati
  • Partecipazioni in società di capitale quotate in borsa. Il valore si ottiene moltiplicando la consistenza all'ultimo giorno dell'anno per il relativo valore di chiusura della Borsa Valori di Milano sempre dell' ultimo giorno dell' anno.
  • Partecipazioni in società di capitale quotate in borsa. Il valore si ottiene moltiplicando la consistenza all'ultimo giorno dell'anno per il relativo valore di chiusura della Borsa Valori di Milano sempre dell' ultimo giorno dell' anno.
  • Partecipazioni in società di capitale non quotate in borsa. Il valore si ottiene moltiplicando il valore del patrimonio netto (così come indicato nell' ultimo bilancio approvato) per la quota di partecipazione detenuta al 31/12/2011.
  • Partecipazioni in società di persone. Sono escluse l'impresa familiare e le società non obbligate dalla normativa fiscale a redigere un Bilancio di esercizio. Il calcolo si effettua come per le società di capitali non quotate.
  • I Patrimoni esteri sono valutati sulla base del tasso di cambio medio dell'anno 2011.

Per ogni componente il sistema calcola la somma degli importi riportati delle righe precedenti

Sono totalizzati tutti gli importi riportati alla riga N. Qualora il nucleo familiare non risieda in una casa di proprietà detrarre un importo pari ad € 51.700,00. Sono considerati di proprietà gli alloggi di cooperativa edilizia di cui non sia stata effettuata la divisione ma di cui uno dei membri del nucleo familiare sia socio. Se l'importo finale è negativo viene indicato zero.


Il sistema calcola il 20% del totale patrimonio.

Quadro 3 Ricerca della fascia di contribuzione

P) Calcolo I.C.E.

Il sistema calcola il totale degli importi del reddito del nucleo familiare e del 20% Patrimonio.

In base al Numero dei componenti il nucleo familiare ed all' importo dell'I.C.E individuare nella tabella sottostante la fascia di contribuzione


Tabella per la determinazione delle fasce di contribuzione

N.
comp.
I Fascia
fino a €
II Fascia
fino a €
III Fascia
fino a €
IV Fascia
fino a €
V Fascia
fino a €
VI Fascia
fino a €
VII Fascia
fino a €
VIII Fascia
fino a €
IX Fascia
fino a €
X Fascia
e oltre
2 14.313,00 17.893,00 21.468,00 26.181,00 33.763,00 39.427,00 64.714,00 74.060,00 85.623,00 85.623,00
3 19.079,00 23.852,00 28.626,00 36.695,00 51.677,00 82.477,00 103.261,00 118.704,00 137.050,00 137.050,00
4 23.280,00 29.098,00 34.922,00 53.173,00 83.653,00 102.182,00 127.461,00 147.000,00 169.935,00 169.935,00
5 27.287,00 34.073,00 40.928,00 75.985,00 97.660,00 118.709,00 148.358,00 171.690,00 198.346,00 198.346,00
6 30.910,00 38.642,00 46.365,00 85.720,00 109.148,00 132.510,00 165.652,00 191.348,00 221.567,00 221.567,00
7 34.343,00 42.931,00 51.518,00 94.236,00 126.055,00 146.937,00 184.208,00 213.040,00 245.610,00 245.610,00
8 37.210,00 46.509,00 55.816,00 101.872,00 129.985,00 158.985,00 198.465,00 229.796,00 259.594,00 259.594,00
9 39.117,00 48.890,00 58.676,00 109.148,00 139.342,00 170.142,00 212.627,00 246.671,00 284.764,00 284.764,00
10 41.979,00 52.470,00 62.969,00 116.545,00 148.912,00 181.684,00 226.625,00 263.421,00 304.278,00 304.278,00

In base alla fascia di contribuzione si individua nella tabella sottostante l' importo della seconda rata da pagare entro il 29/03/2013

*Tabella importi seconda rata in base alla fascia di contribuzione

Fascia Importo seconda rata
I Fascia 101,64 €
II Fascia 213,99 €
III Fascia 410,34 €
IV Fascia 776,79 €
V Fascia 1.049,79 €
VI Fascia 1.273,44 €
VII Fascia 1.571,64 €
VIII Fascia 1.956,99 €
IX Fascia 2.205,84 €
X Fascia 2.445,24 €